maggio 30th, 2016 by gregorio

PSICOLOGI A SCUOLA:
PREVENZIONE DEL DISAGIO E PROMOZIONE DEL BENESSERE

“L’adolescenza non è solo un periodo della vita caratterizzato da profondi cambiamenti, [...] ma è il cuore stesso della vita dell’uomo” (G. Pellizzari)

La scuola, insieme alla famiglia, è la principale agenzia di formazione e di socializzazione dell’individuo, uno dei perni su cui far leva per promuovere il benessere integrale (fisico, psicologico, relazionale) dei nostri ragazzi. La scuola, infatti, non è e non può essere solo il luogo in cui avviene la pura e semplice trasmissione delle nozioni; al contrario, è un luogo di vita, dove si sperimentano molteplici incontri tra coetanei, dove si impara la convivenza civile e a relazionarsi con gli adulti.

La scuola rappresenta sicuramente l’ambito privilegiato di un intervento psicologico che possa contribuire ad affrontare le problematiche sempre presenti in tutte le fasi della crescita individuale e a prevenire il disagio giovanile. La presenza di uno psicologo all’interno della scuola è una grande opportunità per affrontare e risolvere problematiche inerenti la crescita, oppure legate all’insuccesso, alla dispersione scolastica, al bullismo, o ancora tipicamente connesse al periodo dell’adolescenza.

Gli studi più recenti nel campo della psicologia hanno mostrato come il benessere psicologico a scuola e la competenza emotiva, cognitiva e sociale dei ragazzi abbiano importanti ricadute non solo sulla diminuzione del rischio di disturbi psichiatrici (Killen & Malti, 2015), ma anche sui risultati scolastici (Ryan & Ladd, 2012; Trentacosta & Izard, 2007).

Lo Psicologo Scolastico, dunque, è a disposizione degli studenti, dei genitori, degli insegnanti che desiderino un confronto con un esperto di relazioni e comunicazione tenuto al segreto professionale.